Concept architettonico e struttura

Luce naturale e architettura moderna, oltre a un’elevata qualità generale e a un design piacevole, non sono elementi che si trovano spesso nelle scuole e nei luoghi di studio. Ma comfort e ambienti accoglienti sono importanti, se l’obiettivo è mettere l’educazione in primo piano.

Principalmente dominato da cupi laboratori sotterranei, il campo della ricerca scientifica è raramente noto per gli ambienti luminosi e confortevoli o l’architettura di qualità, che spesso sono considerati elementi poco importanti.
Fortunatamente esistono delle eccezioni: il Maersk Mc-Kinney Moller Science Centre mostra che non deve necessariamente essere così. In questo caso gli architetti hanno portato a termine un lavoro magnifico. Non solo l’architettura dell’edificio è spettacolare e l’edificio è collocato in un contesto unico, ma gli spazi sono ben studiati e resi piacevoli dall’abbondanza di luce naturale. In questo modo gli studenti possono lavorare in un ambiente confortevole ed essere stimolati e produttivi al massimo. Il ministro dell’Educazione danese vuole mettere in luce l’edificio e presentarlo come uno dei più moderni luoghi  educativi del paese quando la Danimarca ospiterà gli International Olympic Games of Science nel 2013.
Il Maersk Mc-Kinney Moller Science Centre è un ampio edificio su tre livelli. Si tratta di un volume isolato, costruito sulle rive del vicino lago di Sorø ed è uno dei moderni edifici sorti intorno alla storica Sorø Academy.
L’edificio che ospita il Science Center ha un design semplice e ben definito; la struttura interna aperta con l’ampia sala conferenze e laboratori di ricerca incrocia la facciata in mattoni rossi penetrandola in modo da creare un contatto visivo con l’ambiente circostante.

Materiali costruttivi e luce naturale

Materiali locali come i classici mattoni rossi, sono stati utilizzati principalmente per gli esterni dell’edificio circolare principale, di 2500 m2.
La facciata ha un design particolare, con mattoni in rilievo disposti in strisce orizzontali e verticali che danno un effetto semplice, ma vivace alla struttura. Sulla copertura, 3 strisce di finestre per tetti VELUX affiancate creano un risultato architettonico unico, che è un incrocio tra una struttura industriale, vista dall’esterno, e una cattedrale, vista dall’interno.
Le finestre per tetti VELUX modello GGU, operabili elettricamente, forniscono un’incredibile quantità di luce naturale agli ambienti interni e permettono agli studenti di lavorare in un ambiente piacevole e stimolante. Secondo recenti studi, la luce naturale è in grado di stimolare la creatività e di migliorare la capacità di concentrazione, fondamentali in un ambiente di studio.
All’interno del Centro, ci si trova di fronte a un sorprendente contrasto con l’aspetto lineare esterno. All’interno, infatti, è stato creato un quadrato all’interno del cerchio, dove è presente un ampio atrio centrale che viene utilizzato come auditorium e che offre 120 posti a sedere.
Le altre aree all’interno del centro accolgono laboratori, aule, uffici, una mensa e una zona studio.
I laboratori all’interno del centro sono simili a quelli che si trovano nelle moderne industrie biotecnologiche: il comfort visivo sulle postazioni di lavoro degli stuudenti è davvero notevole e gli ambienti di alta qualità.

DAYLIGHT VISUALIZER

Software per il calcolo della luce naturale, in grado di simularla nella sua complessità e in tutte le variabili correlate.

scopri di più »
ARTICOLI CORRELATI
infill_housing11

Infill housing

12/10/2012
continua »
energy_plus_14

Energy Plus House

28/09/2012
continua »
loft_urbano_3

Un loft urbano

27/09/2012
continua »